Danza Contemporanea de Cuba

Disponibilità

Date a richiesta

Programmi

Mambo 3XXi coreografia di G. Cespedes; Demo-N/Crazy coreografia di R. Bonachela; Folia coreografia di J. Linken

La compagnia Danza Contemporanea de Cuba è stata fondata il 25 settembre 1959 come Conjunto di Danza Moderna, all’interno del Dipartimento di Danza del Teatro Nazionale, con sede a L’Havana e attualmente diretta da Miguel A. Iglesias Ferrer. Nel corso della sua storia ha portato in scena oltre 280 coreografie, ha ricevuto ottimi consensi da parte di pubblico e critica esibendosi in teatri prestigiosi come il Théatre de la Ville di Parigi, il Canadian Arts Center di Ottawa, l’Auditorium Nazionale in Messico, l’Arena di Verona, i Teatri Malibran e La Fenice di Venezia, il Teatro Municipale di San Paolo, il Teatro San Martin di Buenos Aires, il Théâtre de la Monnaie in Belgio, il Sadler’s Wells e il London Coliseum a Londra.

Il repertorio della compagnia rivela il suo stile unico attraverso l’integrazione armoniosa della danza contemporanea con l’eredità africana. La peculiare estetica risiede nella tecnica utilizzata, la Modern Dance Cubana, che partendo dalle radici tradizionali unisce i ritmi afro caraibici, lo spirito e il folclore cubano al balletto classico europeo e alle tendenze più attuali.
I coreografi residenti nella compagnia sono: Isidro Rolando, Aprile Jorge, George Céspedes e Julio César Iglesias. Inoltre la compagnia si è avvalsa negli anni della collaborazione di coreografi ospiti, tra i quali: Jan Linkens, Joaquin Sabate, Gianni Di Cicco, Kenneth Kvamström, Samir Akika, Cathy Marston, Rafael Bonachela, Mats Ek, Pedro Ruiz, Itzik Galili, Juan Kruz Diaz de Garaio Esnaola.

Mambo 3XXI è profondamente radicato nel linguaggio della danza moderna, con particolare riferimento alla contact dance e alla street dance. Lo spettacolo nasce dall’incontro tra la musica di Pérez Prado e la contemporaneità grazie al talento coreografico di George Céspedes, assistito dai ballerini della compagnia e dai musicisti creativi di Nacional Electrónica che, partendo dall’estetica della musica popolare cubana, si aprono a nuovi ritmi e sonorità, utilizzando l’elettronica industriale degli anni Settanta, la techno, l’IDM, il trip hop, la musica minimalista e il genere ambient. Questo balletto è un’esplosione di Cuba, dove la danza e la musica trasportano il pubblico in un vortice festoso!

Demo-N/Crazy è una coreografia dinamica e di grande impatto visivo, che impone ai suoi interpreti un notevole sforzo fisico e una certa dose di agilità, non dà respiro ai ballerini, e forse neanche agli spettatori. È una danza che parla di relazioni umane, del lavoro di squadra, della coppia, dell’amore, della fine di un amore, delle sfide, della solitudine; comunica idee, sensazioni, metafore, sentimenti, ognuno potrà leggervi qualcosa di diverso..
Il titolo del balletto rivela il tipo di lavoro richiesto: i ballerini sono “Demo-N/Crazy”, cioè ballano indemoniati, i corpi si muovono alla ricerca di una nuova espressione di libertà.

Folia  la coreografia si caratterizza per uno stile neoclassico, unito al linguaggio del movimento cubano, in una sonorità eclettica, tipica delle creazioni di Linkens. La nota peculiare di questa creazione è la sua dimensione multiculturale.Il modello tradizionale della Follia, danza di origine cortigiana, la cui caratteristica è il comportamento stravagante dei suoi interpreti, diventa il veicolo per avvicinarsi a ritmi più contemporanei come il mambo e il jazz, con l’intento di mostrare tutte le capacità dei ballerini e il nocciolo originale di questa tipologia di danza: l’esteriorizzazione dei sentimenti.