Gallim Dance Company

Disponibilità

Novembre 2013

Programmi

I Can See Myself In Your Pupil; Blush; Wonderland coreografie di Andrea Miller

Fondata nel 2006 dalla coreografa Andrea Miller, la Gallim Dance ha sede a New York e ha subito attirato l’attenzione del mondo della danza. Grazie al suo particolare stile coreografico e al corpo di ballo premiato per la spiccata fisicità e il virtuosismo tecnico, le creazioni della Miller sono espressioni vivaci ed intime dell’io e del suo dialogo con l’identità. Definita “splendidamente eccentrica” da Dance Magazine, la Compagnia si è già esibita su prestigiosi palcoscenici, quali il Joyce Theater, il Jacob’s Pillow, lo Spoleto Festival USA, il Fall for Dance Festival del New York City Center, il Chutzpah! Festival, il Joyce SoHo, la White Bird Dance, il Movement Research at Judson Church, il Dance Theater Workshop, l’Alvin Ailey Citigroup Theater e il Juilliard Theater.

I Can See Myself in Your Pupil è un’esilarante suite di danza su una partitura musicale eclettica, le musiche provengono infatti da: Israele, Messico, Australia, Italia e Danimarca. Con un cast di sette ballerini che indossano a rotazione costumi colorati, Pupil si caratterizza per un movimento eccentrico ed impegnativo, ogni scena converge in uno strano e bellissimo mondo di introspezione e divertimento.

Blush è un’energica coreografia che analizza i temi dell’intimità, dell’instabilità e del desiderio. Il movimento si ispira al Butoh e al balletto, è costruito su un collage di musica che va da Chopin all’Electro Punk.
“Non si è mai tanto pericolosi come quando non si ha vergogna, o come quando si è troppo vecchi per arrossire.” – Marquis de Sade

Wonderland analizza la mentalità di massa come elemento intrinseco e potenzialmente pericoloso dell’istinto umano.
Profondamente ispirato dall’installazione Head On dell’artista cinese Cai Guo-Qiang, Wonderland usa immagini di guerra, sport e pubblicità.

 

Media