Storia

L’ATER nasce, negli anni ’60, dalla necessità dei comuni dell’Emilia-Romagna di acquisire, gestire o costruire luoghi teatrali; tra i suoi fondatori vi sono infatti i principali comuni capoluoghi di provincia e alcune città minori. Nel 1964 viene ufficialmente costituita, con lo scopo di fornire servizi ai propri associati, in primis favorire le produzioni liriche con contratti collettivi e supportare la gestione dei teatri.

Nel 1969 si presentò la proposta di costituire un complesso orchestrale di base a preludio di una formazione stabile, poi denominata Orchestra Stabile in Emilia Romagna (OSER), che verrà definitivamente formata solo nel 1975. All’ATER si deve anche la nascita di Emilia Romagna Teatro (ERT), ora istituzione indipendente, che sin dalla sua costituzione nel 1977 si occupa della produzione per il settore della prosa. La terza e ultima branca indipendente a nome ATER, è Aterballetto. Questa istituzione permise l’entrata di ATER nel mondo produttivo della danza. L’effettiva produzione di balletti iniziò nel 1977.

Nascono così quella che oggi è l’Orchestra sinfonica dell’Emilia-Romagna “Arturo Toscanini”, lo stabile pubblico “Emilia Romagna Teatro” (ERT) e la Fondazione Nazionale della Danza con la sua compagnia Aterballetto. Ogni struttura trova sede in un capoluogo di provincia rimanendo associata all’ATER, casa madre dello spettacolo, di cui la Regione Emilia-Romagna diviene il socio principale.

L’Archivio storico dell’ATER è stato dichiarato “di interesse storico particolarmente rilevante”, e come tale sottoposto alla disciplina del “Codice dei beni culturali e del paesaggio” con notifica del Soprintendente archivistico per l’Emilia-Romagna del 23 agosto 2007 e il complesso archivistico è conservato dal 2010 presso l’Archivio Storico della Regione Emilia-Romagna, a San Giorgio di Piano (BO).

Nell’arco della sua storia ATER ha adeguato la sua missione originaria al mutamento degli scenari e alla grande crescita del territorio regionale, fino ad essere riconosciuta gestore del circuito multidisciplinare dell'Emilia Romagna.
Documenti

Materiale conservato nell'archivio storico

Tipo : PDF Dimensione : 115.51 Kb